La storia

 

ATLETICA FOSSANO 40 ANNI DI CORSA………………Prima puntata

 

Vogliamo in questo spazio, sperando di non dimenticare nessuno, raccontare la storia della nostra società  e i suoi protagonisti.

Lo faremo immaginando di compiere un viaggio lungo quarant'anni nel quale, come ogni avventura che rimane nella memoria, le cose importanti sono …...le persone che incontri.....che ti aiutano a crescere, ti spronano ad andare avanti e fanno un pezzo di strada con te.

 

Già nel 1972, alcuni giovani posero le basi della futura società di atletica leggera.

Giorgio Silvestro, Sergio Viglietta, Carlo Cerrato, Silvio Grosso , Pietro Scoffone, Andrea Bergese, Piero Ferrero, Carlo Suetta, Piergi Rivoira.

Tre di questi, nel 1973 decisero di tentare seriamente l'avventura nel mondo delle corse, tesserandosi per la società Podistica Trofarello, fino al 1975.

Alla fine del 1975, a Fossano, erano diversi i gruppi di podisti che si davano appuntamento per l'allenamento e decisero di dare vita (in via sperimentale) ad una società di atletica leggera per promuovere questa attività sportiva.

“ all’inizio, partecipavamo a molte gare nell’arco di pochi giorni. Avevamo un sacco di energia e entusiasmo. Nelle corse su strada, gli avversari erano molto forti”

 

Il 3 novembre 1975 nacque così l'Atletica Fossano 75 i cui soci fondatori erano: Andrea Bergese, Carlo Cerrato, Gian Piero Ferrero, Silvio Grosso, Pietro Scoffone, Giorgio Silvestro, Carlo Suetta, Sergio Viglietta, Corrado Viara. Iniziò la sua avventura, quasi esclusivamente nel segno delle corse su strada e su pista, per poi evolversi, negli anni, a tutte le specialità dell'atletica.

Nel primo periodo la società si sviluppò principalmente verso l'attività di corsa di media e lunga distanza e nella corsa campestre. L'obiettivo era però, fin da allora, quello di sviluppare il settore giovanile per tutte le specialità dell'atletica leggera.

Di anno in anno, la società cresceva numericamente e in entusiasmo.

“Il problema principale era avere un luogo dove potersi allenare. Alla società era stato concesso l'utilizzo del giro esterno al muretto di cinta del campo di calcio comunale, per due volte a settimana. I restanti giorni ci si trovava in piazza d'armi e si utilizzavano le vie della città.

Nel week end, l'allenamento si svolgeva in percorsi impegnativi verso Trinità e Salmour.

Al termine dell'allenamento domenicale, per consolidare il gruppo, ci si riuniva a casa di uno degli atleti per un the caldo o una bibita fresca a seconda della stagione”.

 

Molto di quanto è stato realizzato a livello tecnico, è dovuto a Giorgio Silvestro che insieme a Sergio Viglietta, già negli anni antecedenti al '75, gareggiava a buoni livelli.

Giorgio ha rappresentato e continua a rappresentare l'atleta da prendere d'esempio per l'abilità conquistata con i costanti e tenaci allenamenti. La sua migliore prestazione risale al 1981: nella Maratona di Gorizia, valida per il campionato italiano, si classificò 20° con il tempo di 2:23:10.

 

Gli anni dal  1976  al 1986, furono ferventi di partecipazioni a gare e iniziative “ sentivamo l’esigenza di toglierci dalla strada e di provare ad allenarci e gareggiare in pista ma a Fossano la pista non c’era” In questi anni la società partecipò :

-alla sua prima staffetta di grande prestigio (Susa-Torino) e  a Verona al campionato italiano juniores.

-Alla maratonina juniores, Pietro Scoffone si classificò all'11° posto.

- alla prima 24 x1h sulla pista di Cuneo. Nel 1977 Pietro Scoffone, punta di diamante della società,  passò al gruppo sportivo Carabinieri dove si fermò per tre anni, ottenendo ottimi risultati a livello nazinale, in particolare nei 10000 metri su pista, arrivando tra i primi dieci nella classifica Italiana.

“Intanto lavoravamo per promuovere anche noi delle manifestazioni. La prima Fossano-Rifugio Migliorero è proprio del 1977 e le squadre iscritte erano appena due” to

Nel 1978 nacque finalmente il settore giovanile, “il settore giovanile ti da la possibilità di progettare, di lavorare guardando avanti con la consapevolezza di avere una grande responsabilità nella formazione agonistica e umana dei più giovani” .

La società partecipò per la prima volta ai campionati italiani a squadre di corsa campestre a Firenze. La squadra era composta da Silvio Grosso, Piergi Rivoira, Giorgio Silvestro, Carlo Suetta, Mario Gribaudo.

La partecipazione alla 24 x1h all'Arena di Milano, fruttò alla squadra il primato regionale.

Gli anni seguenti furono caratterizzati da una vera valanga di partecipazione a gare e di risultati. Negli anni 1979-1983, i protagonisti furono Kim Melis, Piergi Rivoira, Carlo Suetta, Carlo Cerrato, Silvio Grosso, Tonino Pezzotta, Giorgio Silvestro, Giuseppe Rinaldi, Andrea Bergese, Gino Rolandone, Gianni Garelli, Mario Somà, Mario Abrate, Bruno Peano, Pelo Negri, Lino Bergese, Silvio Brizio, Onorato Tavella, Pino Faccia, Daniele Somà, Emanuele Delpiano, Osvaldo Inberti, Mario Gribaudo, Gabriele Somà, Luciano Cumerlato, Ada Barbero, Wilma Blangino, Luisa Brizio, Piero Ferrero, Andrea Garello, Bruno Sobrero, Mimmo Jemma, Stefano Cornaglia.

“Sotto lo sguardo attento e la spinta agonistica da parte di trascinatori come Giorgio Silvestro e Kim Melis, il settore giovanile cresceva in numero e preparazione. Già da allora gli allenamenti erano pensati  rispettando l’età e quindi l’evoluzione fisica dei ragazzi. I piccoli crescevano all’ombra degli adulti che li portavano con sé alle gare per fargli respirare l’aria della pista”. Per la prima volta l’Atletica Fossano riuscì a coprire tutte le gare ai campionati di società.

 

 

Nel 1984,  Paolo Braccini, divenne campione regionale di Cross, partecipò al campionati italiani individuali “allievi” di corsa campestree si aggiudicò il titolo regionale della mezz'ora di corsa su pista a Torino. A fine anno partecipò ai Campionati italiani individuali su pista Allievi sulla distanza dei 3000m e con Giorgio Silvestro rappresentò il Piemonte all'Albertville International Cross.

 

….seconda puntata…..

Negli anni tra il 1985 e il 1987, si aggiunsero al gruppo Dario Armando, Aldo Cerrato, ostacolista,  Renato Chiaramello maratoneta, Lorenzo Braccini.

 

Nel 1987, Paolo Braccini passò al Cus Torino ed entrò in scena Alessandro Boasso, punta di diamante della società per la velocità che, proprio in quella stagione, stabilì i primati di società dei 100 e dei 200 metri. L’anno successivo, svolse il Servizio Militare nel Centro Sportivo Aeronautica. Renato Chiaramello, continuava intanto a migliorarsi e alla maratona internazionale di Carpi ottenne il nuovo primato provinciale.

 

Gli anni a seguire videro poi i bei risultati agonistici di Gabriela Crisostomo, Paolo Marabotto, Maurizio Albiero, Emilio Cerrato, Fabrizio Durando, Sergio Ansaldi, Massimiliano Rossone, Aldo Cerrato, Gian Franco Badellino, Giorgio Fachino, Elisa Ghirardi, Laura Rovere, Sandra Greco, Agnese Tubito.

 

Nel 1992, dopo neanche un anno di attività, si mise in evidenza nella velocità Daniela Graglia, aggiudicandosi il titolo regionale di specialità (100 m).

 

Il 1993, vide esplodere il talento di Olivero M.Catherine che si mise subito in evidenza a livello regionale nella categoria allieve tanto da meritare la convocazione nel club Italia.

 

Nel 1995, in occasione del ventennale della società, venne organizzata alla pista di atletica del villaggio sportivo, la 12 x1h di corsa. In quell’anno, Lorenzo Graglia stabilì il nuovo primato di società negli 800 m

....terza puntata....

Gli anni dal 1996 al 2000, furono caratterizzati dai bei risultati di Michele Pipino, Serena Caudana, Giorgia Martina, Sara Mana. Il 1998 vede il passaggio di Daniela Graglia al Cus Torino.Nel febbraio 2000 Sara Aragno si aggiudica il titolo italiano Endas sui 60 m piani.

 

Nel 2001, la staffetta 4 x 100 composta da Beatrice Nervo, Cristina Curetti, Paola Mondino e Sara Aragno stabilì il primato di società, si aggiudicò i titoli provinciale, regionale, trofeo delle province.

 

Il 2002 vide all’esordio Barbara Fea che l’anno successivo si conquistò  il campionato provinciale di corsa su strada e il secondo posto alla Maratona di Bergamo.

 

Dal 2003 al 2005, gli atleti a mettersi in luce furono: Teresa Basta, Federica Scoffone, Beatrice Nervo, Barbara Fea, Sara Picco.